Post

Visualizzazione dei post da 2011

Il passaggio

Il 2011 per me è stato un anno bellissimo e intenso e mi ha portato cose bellissime. Si è aperto con una bellissima storia d'amore appena nata ma che durava da tanto tempo, ufficializzata, gridata al mondo. E' continuato regalandomi i miei 30 anni in una città magica come Siviglia con alcuni dei miei amici più cari. Mi ha regalato un lavoro a tempo indeterminato che anche se non amo alla follia, se mi fa incazzare ogni volta che guardo la busta paga, è "tanta roba" di questi tempi. E poi ha realizzato il mio sogno più grande. Prendere casa con Mr. FdL, 10 anni circa che coltivavo questo sogno messo più volte nel cassetto, dimenticato, lontano e ora realizzato. 
Una cosa mi ha insegnato questo anno: chi l'ha dura la vince e io sono una tosta. Sono una donna al giro di boa dei 30 anni che mentre il sola tramonta in questo 30 dicembre si guarda un po' indietro e capisce di aver realizzato tante cose nella vita. Ho una famiglia che anche se sempre più ristretta am…

La signora Dalloway - V. Woolf

Immagine
Sono sulla 61 in giro per Milano ma d'improvviso mi vedo trasportata in un'altra epoca, in un'altra città. 


Siamo nella Londra del 1923 e la signora Dalloway sta passeggiando per la città intenta a organizzare gli ultimi dettagli per la festa della sera in onore di suo marito, un deputato della Camera dei Lord. A Regent's Park si intravedono Rexia e suo marito Septimus, sopravvissuto alla Grande Guerra, assorti nei loro problemi. 

Seguendo la signora Dalloway nella sua giornata londinese si può assaporare il sapore di quella Londra, immergersi fino in fondo in quell'atmosfera. Ci sono tutti gli elementi, l'alta borghesia, il dolore di una guerra appena finita che ha lasciato profondi segni in coloro che l'hanno vista da vicino, un impero che sta cedendo il passo, una società nuova che sta emergendo. Lo scontro tra le due società, quella passata (quasi) e quella che si sta imponendo, è lo sfondo di questo splendido romanzo di uno dei membri più autorevoli del …

Meno 4

Non è la temperatura, anche se poco ci manca. Sono i giorni che mancano all'arrivo del fatidico giorno, quello che il Mondo aspetta tutto l'anno con impazienza, che spinge orde di persone in giro a scannarsi l'ultimo regalo, gente che gira sommersa da pacchetti più grandi di lei, gente che ti fa sorrisi a auguri anche se per tutti gli altri 364 giorni quasi fa fatica a rivolgerti la parola.. 


Mancano solo 4 giorni, poi quiete. O quasi. 


In realtà per me quest'anno sarà durissima. Se già da qualche anno il mio Natale è dilatato in 2 giorni, per via della separazione dei miei, quest'anno i giorni diventano 3... 24 - 25 e 26... DELIRIO! Vorrei solo sparire dal mondo per 3 giorni e tornare sulla terra il 27 - che tanto ho preso di ferie. 


Quello che invece voglio festeggiare è l'arrivo del Nuovo Anno... E questa volta voglio davvero mettermi d'impegno e realizzare un po' di buoni propositi che ho in mente. Vorrei cambiare, o almeno limare alcuni punti del mio …

Un bel tacer non fu mai scritto

Immagine
Lo penso sinceramente, anche se difficilmente riesco a metterlo in pratica. Non so perché ma non riesco a non dire esattamente quello che penso nel momento esatto in cui mi viene alla mente. A volte è fuori luogo, a volte sarebbe meglio tacere, ma non ce la faccio. 


Vedo però che sono in buona compagnia. Il punto è che ci sono posizioni nelle quali l'arte della diplomazia, l'arte del non dire, sarebbe la regola da seguire sempre e comunque. 


E' il caso del nostro caro ex presidente del consiglio. Continua, nonostante tutto a parlare - normalmente a vanvera. Ora si permette di criticare il Prof. Monti e la sua squadra di Governo. Dice che sono terrorizzati, che non sa se dureranno. 
Ma non è l'unico a parlare a vanvera. Sento un sacco di politici, finora immobili, incapaci di prendere qualsiasi decisione sensata, scagliarsi contro questa o quella proposta ed esultare se il governo accetta di fare dei passi indietro. Nessuno di questi signori si rende conto che siamo al bor…

Racconti Londinesi

Immagine
La lonely planet di Londra consigliava questo libro per immergersi nella Londra moderna. Multiculturale. Mutevole. 
Ed in effetti leggendo i vari racconti che si avvicendano ci si immerge sempre di più in questa città fino quasi a sentirla per davvero. Sembra di esserci stati. 


Io a Londra non ci sono mai stata. Ci andrò ad aprile. E leggendo questo libro ho sempre più voglia di scoprire questa metropoli crocevia di etnie e storie diverse, commistione di tante culture e modi di vedere la vita. 


Il filo rosso che lega tutti i racconti è una critica ad una società che, troppo spesso, dietro ad una parvenza buonista cela segreti, storie torbide e profonda tristezza. 


C'è la ragazza madre, la famiglia medio-orientale che non riesce ad inserirsi, persone bisognose e storie di famiglie inglesi che sembrano perfette ma scavando tanto perfette non sono. 


C'è la vita in questo libro. C'è Londra, che in fondo potrebbe essere una qualsiasi metropoli moderna. Ci siamo tutti noi in questo l…

Delirio a zonzo per Milano

Normalmente il mio percorso lavoro - casa dura circa 20 minuti, prendo un pullman a pochi passi dal lavoro che mi porta a pochi metri da casa. Tutto normalmente fila liscio come l'olio. Oggi volevo cambiare percorso per raggiungere Mr. FdL al solito bar, quindi pullman fino in centro (tre fermate dal mio lavoro) e poi altro pullman... In tutto una mezz'oretta. Avevo deciso di cambiare percorso per ritirare il regalo di natale di Mr FdL, tutto era programmato e tutto doveva andare bene.... Invece salgo sul solito pullman e mi dice che cambia giro per una manifestazione. Arrivo a piedi in centro e l'altro pullman era segnalato in arrivo in 20 minuti... Gente che aspettava alle fermate senza sapere nulla... Nessuna informazione e nessuna manifestazione in vista... Cerco di prendere un tram ma purtroppo anche quello era dato in mega ritardo...  Passa un pullman diretto in zona, salgo, e questo inizia a fare un giro assurdo e nessuno capisce dove va... Poi arrivo in zona. Prend…

Di corsa... ma ogni tanto una piccola pausa

Immagine
In questi ultimi giorni sono stata spesso di corsa, fra il lavoro, la casa, la nonna da andare a trovare, le cene pre natalizie fra Milano - Pavia e Tortona... Insomma ho corso un bel po'! 






Però venerdì mi sono fermata. La ditta ha chiuso per il ponte e mi sono concessa una giornata di assoluto relax in una città immobile. La mattina in casa ad aspettare il tecnico della luce per la lettura del contatore. Poi via verso la città vuota, silenziosa che neanche il 15 di agosto. Ho preso il pullman e in pochi minuti ho raggiunto il centro. Corso Buenos Aires quasi deserto, negozi praticabili. Si dirà per colpa del blocco del traffico ma credo ce siano altre le vere ragioni. Giornata grigia, ma silenziosamente bella. Un paio di giri, ritorno in zona, la spesa, un altro giretto. E poi, dopo una splendida doccia calda esco, sono le 18.01 e già il rumore è assordante, già non si sente più niente perché tutti i rumori sono assorbiti da un unico grande caos, clacson, motori, casino e gente in…

La manovra

Immagine
Lo so, è il tema del giorno e forse chi passa di qui si sarà pure stufato di sentirne parlare e di sentire le opinioni più disparate.. Però ho necessità di sfogarmi e dire la mia... 


Parto dicendo che mi aspetto altre manovre che colpiscano i più ricchi, l'evasione fiscale e via dicendo (cosa per altro ribadita dallo stesso Monti), io ritengo che la manovra sia quello che doveva essere fatto. Molto tempo fa. Tocca a loro farlo perché i politici non se la sono sentita di fare una riforma così dura per la paura di perdere i voti. Così potranno dire: "noi non volevamo farlo", "noi non l'avremmo fatto" "noi avremmo fatto altro". Peccato che non abbiano fatto proprio niente e per questo ci ritroviamo in questa situazione. 


Ma analizziamo alcuni punti salienti. Il principale sono le pensioni. Dunque sistema contributivo per tutti e pensione dopo 41 o 42 anni di contributi. Che comunque non vuol dire andare in pensione a 70 anni e passa perché il limite de…

Pensierini del venerdì

Immagine
La settimana volge al termine, per fortuna. Il cielo inizia a diventare grigio, il che potrebbe presagire l’arrivo di una qualche forma di pioggia, speriamo che qui non si respira più e le nostre amministrazioni comunali non sono in grado di prendere misure magari scomode ma di una certa efficacia.
Ieri era la giornata mondiale per la lotta all’AIDS, in tutto il mondo si sono svolte manifestazioni di vario genere. In Italia invece il ministero della sanità (e lo scrivo volutamente in minuscolo) ha pensato bene di far girare in RAI una circolare dove si diceva di non usare la parola PROFILATTICO. La cosa non mi stupisce più di tanto, nel senso che sappiamo bene di vivere in un Paese dove la Chiesa impone il suo modo di vedere e pensare. Però mi indigna. Mi indigna che la rai assecondi questa volontà, e ringrazio i ragazzi di CATERPILLAR AM e Corradino Mineo per aver pronunciato la parola PROFILATTICO al Caffè stamattina. Cosa c’è di male in una parola? Perché fa così tanta paura il pr…

Due storie sporche - A. Bennett

Immagine
Due storie sporche è il nuovo libro di Alan Bennett, uno dei miei scrittori contemporanei preferiti. 


Bennett come sempre cerca di raccontare la vita inglese di oggi in tono ironico e con il classico humor inglese che l'ha reso celebre (pensiamo a "Nudi e Crudi" e "La signora del furgone", per citare alcuni suoi libri). In questa ultima fatica sono il sesso e i rapporti famigliari a farla da padrona. 


La prima storia "sporca" è quella di Mrs Donaldson, vedova, che affitta camere agli studenti. La sua scoperta del mondo dei giovani e il suo rapporto con la figlia e gli inquilini sono al centro della storia. Un racconto che vedrà Mrs Donaldson rivedere alcune sue idee e scoprirsi una donna nuova. 


Nel secondo racconto invece è la famiglia Forbes a farla da protagonista. Rapporti basati sulla menzogna, bugie che coprono altre bugie in un insieme che alla fine lascia tutti sereni nell'ignoranza (o forse no?). 


E in fondo il tema centrale che Bennett vuole…

Microcredito e condizione femminile

Immagine
Il microcredito è lo strumento finanziario di sviluppo economico che permette agli emarginati dei PSV di poter accedere al credito, finanziare le loro piccole attività (normalmente artigianali o agricole) e uscire dalla soglia di povertà.
Attraverso il microcredito le famiglie possono permettersi di mandare i figli a scuola (poiché riescono a mantenere la famiglia attraverso la loro piccola attività) il che consente un reale sviluppo della società, e l’uscita definitiva dalla povertà di milioni di famiglie nei Paesi in Via di Sviluppo.
L’idea di microcredito si diffonde grazie ad un’idea del Prof. Muhammad Yunus che nel 1976 fonda la Grameen Bank (Banca Villagio) in Bangladesh. La banca concedeva (e concede tuttora) prestiti a chi non può fornire garanzie reali alle banche tradizionali e ha un’idea di business da portare avanti. Normalmente i prestiti vengono concessi a gruppi di persone (3-10) senza relazioni di parentela e che fanno parte della stessa comunità. I partecipanti ai gru…

Il mercante di libri maledetti

Immagine
Ho finito da poco di leggere "il mercante di libri maledetti". La cosa che più mi è piaciuta del libro è che si svolge in buona parte in Spagna, lungo il Cammino di Santiago e mi ha fatto tornare ai miei viaggi in quella terra. 


La storia non è nulla di nuovo, un libro misterioso, una società massonica, un "eroe" tormentato, l'alchimia... Un libro errante. La storia di una ricerca, non solo del libro ma anche nella vita privata del protagonista. 


Si legge velocemente e non rimane particolarmente impresso, ma va bene per momenti di noia o per trascorrere serenamente qualche ora durante un viaggio. 








Il mercante di libri maledetti
Marcello Simoni
Newton Compton
€ 9,90
pag. 288





Che fatica si fa....

C'era una canzone di Irene Grandi che recitava "che fatica si fa a cambiare vita...". 


A me non è parsa, la mia, una gran fatica. Forse perché era esattamente quello che volevo. Forse perché è un cambiamento positivo e non negativo come quello della canzone.. Forse semplicemente la fatica la sentirò più avanti... Per ora mi sembra solo di aver fatto un passo naturale, ovvio quasi. Anche se, per chi conosce un pochino la storia, di ovvio in tutto questo non c'è proprio niente. 


Ora siamo alle prese con la sistemazione della casetta, montaggio mobili/mensole, sistemazione dei vestiti nell'armadio (e per me è davvero dura, considerando che prima avevo 3 ante solo per me!), sistemazione delle suppellettili varie e, soprattutto, presa degli spazi, delle misure. 


In questi primi giorni in casa mi sento come un gatto quando si struscia dappertutto per lasciare l'odore... Ecco, sto facendo più o meno così... 
E piano piano la casa saprà solo di noi due..

I primi freddi e altre divagazioni

Immagine
Il mio cambio casa è coinciso con l'arrivo del grande freddo, da molto tempo annunciato ed ora giunto... Si è passati dagli splendidi (per essere novembre) 16° gradi di domenica agli 8 di ieri, ai 6 di oggi.. Per ora non ho ancora nessuna intenzione di cedere ai guanti e al montone, mi sento già abbastanza omino Michelin con il cappotto e il golf!! 


Da quando vivo sola (cioè da sabato) ho deciso, un po' per necessità un po' perché ero stufa di mangiare cibo di plastica, di pranzare in ufficio cose fatte da me.. E così ieri sera, alle 22.30, mi sono messa a imbastire un bel pranzetto. Cercando ieri in rete delle ricette (tenete conto che non ho né microonde né frigo, quindi devono essere cose da mangiare a temperatura ambiente e che non vadano a male) ne ho trovate alcune di creme e vellutate davvero ottime. Dati gli ingredienti che avevo in casa mi sono lanciata nella crema di pollo trovata su "Giallo Zafferano" la mia piccola Bibbia on line per le ricette! Come s…

Nuova vita..

Sabato è stata una giornata storica.. Di quelle da cerchiare in rosso sul calendario... Non tanto per le dimissioni di SB (cmq ben accette), quanto per il fatto che abbiamo fatto il trasloco e dormito nella nuova casetta, tutta nostra!


Svegliati prestissimo, per essere sabato mattina, siamo andati all'Ikea e a fare la spesa (la prima spesa, quella che hai paura quando la cassiera ti dice quanto costa) e poi dritti a casa a pulire e mettere a posto! Ci siamo divisi le camere da fare, io la cucina/sala e lui la camera da letto e via. Più tardi ci hanno raggiunto due amici che ci hanno aiutato a finire il trasloco dei miei vestiti e a montare pentole e mobiletti. Dopo una piacevole prima cena a casa una bella serata in compagnia e poi tutti a nanna, nel nostro letto! 


Una nuova vita inizia, e sono felice di come sia iniziata. 

2Eurox10Leggi - Il bloggin Day continua...

La giornata sta proseguendo... Fortunatamente è una giornata lavorativamente tranquilla, così riesco a seguire il Bloggin Day e partecipare attivamente. Su twitter sono moltissimi e gli spunti non mancano. Fortunatamente si vedono anche un bel po' di uomini che contribuiscono alla causa, anche perché senza partecipazione e condivisione non si arriverebbe da nessuna parte. Un esempio è dato da Lucio Cincinnato sul blog IpensieridiStefania
Molti blogger raccontano storie di donne discriminate a livello lavorativo una volta diventate madri.. E questo è un tema che mi sta molto a cuore, ecco alcuni esempi un esempio è CuordiCarciofo, ma ci sono anche tante che parlano di storie di successo che danno fiducia! Come ad esempio Mediapatica che ci parla di Sharyl Sandberg, manager di FB. 


Altri contributi, voglia di partecipazione e motivazioni si sono susseguite su twitter nel corso della giornata!! Vi lascio alcuni link! 


Chiara di nome

La tigella

La in mezzo al mar

Mestiere di mamma

Bat Blog

Bloggin Day - maternità e lavoro

Immagine
Oggi è il bloggin day, io mi voglio concentrare soprattutto su un tema. La maternità. Riuscendo a migliorare il rapporto tra la società italiana e la maternità si possono fare grandi passi avanti. 


La proposta di 2EUROX10LEGGI è: Legge per il congedo obbligatorio condiviso. Introduzione del concetto di paternità obbligatoria.




A mio avviso una richiesta sacrosanta che dovrebbe anche raccogliere il consenso di tutti i padri, presenti e futuri. 
Nella società italiana le gioie e i dolori di una gravidanza e della crescita dei figli (così come le cure degli anziani della famiglia) troppo spesso ricadono quasi esclusivamente sulle donne. Ai padri viene lasciato un piccolo spazio, qualche minuto al giorno al rientro dal lavoro e poco più. Ma è nella quotidianità del rapporto con i figli che si costruisce il legame profondo con loro che dura tutta la vita. 
Trovo che chiedere un congedo parentale da padre dovrebbe essere la cosa più naturale del mondo. Si potrebbero trovare molte soluzioni, come…

La 27Ora parla di 2Eurox10Leggi

Questo è il link all'articolo del blog del Corriere "la 27Ora" che affronta varie tematiche e problematiche del mondo femminile e dell'essere donna oggi in Italia. 


Certi commenti lasciano un po' perplessi, è incredibile l'astio che ancora è presente tra i vari sessi e la ricerca di una continua guerra tra poveri (volete più diritti e la parità? allora affrontiamo il tema della separazione e degli alimenti) che non porta a nulla. 


Non credo che per aderire al movimento, per chiedere un Paese più giusto ed equo, si debba per forza essere donne e si debba per forza concordare su tutta la linea.. Anche io non sono particolarmente favorevole alle quote rosa, ci vorrebbero altri sistemi per aumentare la partecipazione femminile in politica, ma come fare? Apriamo un dibattito serio sulla questione. 2Eurox10Leggi serve anche a questo! A parlare e confrontarsi per trovare soluzioni a un problema reale, che forse non viene percepito come tale da molte persone. 


E allora …

Bloggin Day - 11/11/2011

Immagine

La ricerca della casa 8: L'abbiamo trovata

Eh già!! Alla fine ce l'abbiamo fatta.. Dopo esserci lasciati sfuggire la prima e bellissima casa ne abbiamo trovata un'altra giustissima per noi... 


Unico neo, le manca il rubinetto della lavatrice ma i padroni si impegneranno (stasera andiamo a firmare la "dichiarazione d'intenti) a farlo prima che noi entriamo!! E vai!! 


In teoria stasera definiremo il contratto e le clausole per l'ingresso e poi sarà solo questione di capire quando finalmente entreremo in casa!! Meno male.. Ormai siamo agli sgoccioli!!

RACE YOUR LIFE

Immagine
Non ho tante parole...
Mi mancherai capellone... 



Gli ingredienti segreti dell'amore

Immagine
Gli ingredienti segreti dell'amore è un libro che ti prende fin dalle prime righe. Ha tutti gli elementi per tenerti attaccato alle sue pagine, l'amore, gli equivoci, una città magica, la buona cucina. Le vicende ci vengono raccontate dalla voce dei due protagonisti, una cuoca con il cuore spezzato e un editor che nasconde un piccolo segreto. I due si alternano nelle pagine del libro per raccontarci il loro punto di vista e il lettore si immerge sempre di più nella storia e nelle emozioni dei due protagonisti. 


Una ragazza a cui viene spezzato il cuore e che ritroverà un po' di serenità quando si imbatte in un romanzo scritto da un misterioso autore inglese. Aurélie decide che vuole a tutti i costi incontrare l'autore e si mette sulle sue tracce, ma non sarà così semplice. André, l'editor parigino del romanzo, non sembra intenzionato ad aiutare la ragazza ad incontrare l'autore. Da qui nasceranno molti equivoci e la storia si farà sempre più intrigante. 
I person…

2eurox10leggi - parte il finanziamento

Finalmente il finanziamento è partito, ed è molto semplice! Ecco le istruzioni: 

come finanziare #2eurox10leggi
1. andare sul sito www.produzionidalbasso.com per iscriversi o direttamente sulla pagina dedicata a #2eurox10leggi http://www.produzionidalbasso.com/pdb_737.html (info privacy www.produzionidalbasso.com/comefunziona.html).
Ricordate che: - l’iscrizione è semplice e non è vincolante - i dati personali e l'indirizzo saranno richiesti solo in caso di prenotazione di una quota del progetto e servono esclusivamente a ricevere il risultato del progetto che si é sostenuto - i dati personali saranno accessibili solo ed esclusivamente a chi propone il progetto e solo ed esclusivamente se il progetto riuscirà a raccogliere tutte le quote richieste
2. andare sul link del progetto e prenotare una o più quote (costo singola quota 2 euro) come indicato. Ciò significa impegnarsi a onorare con un versamento la quota nel momento in cui sarà raggiunta la cifra necessaria. A questo punto il si…

LOVE LOVE LOVE

Immagine
Sabato - Matrimonio.. Il nostro tavolo era intitolato a Maria e Robert Jordan di "Per chi suona la campana" (E. Hemingway)... E sul tavolo c'era questa frase, che mi piace lasciare qui... 


"Non prendere mai alla leggera l'amore. La verità è che la maggior parte della gente non ha mai avuto la fortuna di amar qualcuno. Tu non l'avevi mai avuta sinora, questa fortuna, e ora l'hai. Quello che tu e Maria avete, che duri solo oggi e una parte di domani, o duri tutta una lunga vita è la cosa più importante che può capitare a un essere umano. Ci saranno sempre persone che diranno che non esiste perché non possono averla. Ma io ti dico che è vero, che tu la possiedi e che sei fortunato, anche se domani morrai."



La ricerca della casa 7 - mutui e dintorni

Ieri sera siamo andati a vedere due casine.. Una molto carina e pure con il camino.. (a Milano??!!!) ma forse un tantino troppo piccola per due persone.. L'altra prometterebbe anche bene, ma per ora è un cantiere e bisognerebbe rivederla con i mobili dentro. 


Stamattina invece siamo stati in banca per chiedere un po' di dettagli sul mutuo e farci un'idea.. Abbiamo scoperto che sarebbe anche fattibile, avendo qualcosina da parte per le prime spese (notai, agenzie, etc..) il che ci ha messo di buon umore. Per ora siamo comunque alla ricerca di un affitto, per controllare le spese e vedere fin dove riusciamo ad arrivare. Poi si vedrà, ora sappiamo che SI PUO' FARE!!!!!!



2eurox10leggi

2eurox10 leggi

Questo è un blog che nasce da una conversazione tra donne tramite twitter e le piattaforme moderne di comunicazione. 
Si pone come obiettivo la costituzione e promulgazione di 10 leggi urgenti per aiutare le donne italiane a raggiungere la parità REALE. 


E' un esempio di democrazia dal basso, di partecipazione, di volontà di cambiare davvero le cose! 


SEGUITELO e AIUTATELE, AUTATEVI!

La ricerca della casa 6 - nuove prospettive

Ieri sera pensavo di mettere un punto fermo alla ricerca della casa. Quanto meno alla ricerca dei soldi per la caparra e tutto il resto.. E invece mi è piovuta in testa l'ennesima tegola... Adesso c'è qualcuno che pensa a un mutuo. 


Non che ci sia qualcosa di male, anzi! Me lo dessero il mutuo sicuramente preferirei spenderli così che buttarli via in un affitto. Ma il problema è che, a mio parere è solo una perdita di tempo. Considerata l'età (che non ci permette di accedere ad alcune buone opzioni di Intesa per i giovani), i risparmi (zero), la situazione contrattuale instabile e tutto il resto.. E considerando che qualche mese avevo provato ad informarmi anche io, so che sarà moooolto difficile, se non impossibile. 


Ma tant'è... Quindi venerdì si va a sentire per i mutui facendo un bel tour per la milano delle banche.. e via.. a prendere porte in faccia, temo. 


E io che pensavo di trovare casa questo mese.. la vedo lontana, lontana, lontana.....

La ricerca della casa 5 - seguire l'istinto

Immagine
Una cosa l'ho imparata oggi, e questa volta la tengo a mente per davvero! 


Bisogna seguire l'istinto.. Appena avevo visto quella casa sapevo che era la nostra casa, era perfetta per noi.. Eppure ho dato retta a tutte le voci che arrivavano da ogni parte e mi dicevano "aspetta, guardane altre, tanto non c'è fretta".. 


E invece fretta ce n'era! Mannaggia a me mannaggia!! Ho chiamato oggi per iniziare la trattativa e bloccare la casa... Ed ecco la prima brutta notizia "mi spiace signora, è già stata affittata!!". UFFAAAAAAAAA!!!








Questo ottobre non sta iniziando bene, ma riuscirò a farlo girare al meglio, so che alla fine i miei sforzi saranno ripagati e troverò, proprio in questo mese dove sembra andare tutto storto, la casa giusta al prezzo giusto! 



La ricerca della casa 4 - i bi/monolocali

Immagine
Le due visite di ieri sono state alquanto istruttive.. Ho scoperto l'esistenza dei bi-monolocali.. Nel senso di monolocali spacciati per bi-locali. Il primo, 40mq, veniva spacciato con cucina abitabile, ed in effetti c'era un angolo dove sedersi e mangiare.. Ma in uno (due persone proprio vicine vicine).. Ma definire quella cucina ABITABILE mi sembra eccessivo... Dalla descrizione mi aspettavo un soggiorno con cucina a vista e una camera.. Invece c'era un soggiorno - camera da letto e una piccola cucina con un balconcino.. Direi la soluzione ideale per vivere da soli, ma in due ti ammazzi dopo 30 secondi!!!


La seconda forse era pure peggio. La casa in sé più grande, ingressino, soggiorno con angolo cottura, stanza abbastanza grande e bagno. Problema: la casa dava sull'interno, c'era in teoria (una volta) un balcone, peccato l'avessero chiuso con vetri appannati, quindi niente aria e niente luce!!! Anche perché pure questo affacciava sull'interno.. 


Ma per fav…

Essere donna oggi, in Italia

Immagine
Non è facile essere donna, oggi, in Italia. Soprattutto se si fa parte di quella schiera di ragazze "normali" citate in questo post del blog "la 27esima Ora" del Corriere della Sera. 


Non è facile perché ci viene continuamente ribadito che non siamo abbastanza belle, non siamo abbastanza provocanti e non siamo abbastanza libertine per occupare i posti giusti. E questo nonostante tutti gli sforzi possibili ed immaginabili che abbiamo fatto fin dalla prima elementare. Ormai non è più neanche questione di conoscere le persone giuste, perché se non ti dai e non sei abbastanza bella resti comunque indietro. 


Non è facile in questo mondo confrontarsi con sé stesse, non è facile rimanere "ragazze normali" e non è facile rapportarsi con l'altro sesso che inizia ad avere una visione un po' distorta della cosa. Dalle battute del tipo "ma sì, se fossi donna sarei già in fila ad Arcore", che ti sviliscono fino a farti sentire una stronza perché lavori…