Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2012

I Care #FreeRossellaUrru

Immagine
Oggi è il Bloggin Day dedicato a Rossella Urru e a tute quelle persone rapite di cui non si sente più parlare nel nostro Paese.

Rossella è il simbolo, dicendo #FreeRossellaUrru diciamo LIBERI TUTTI! E chiediamo che l'opinione pubblica e i media non dimentichino. Già, i media. Quei media che si occupano di donne solo quando mostrano (s)vestiti con spacchi vertiginosi o si alzano la gonna alla fine di un convegno sulla finanza internazionale. Quei media che si occupano di farfalle, trucchi, calendari... ma dimenticano le donne vere, le donne che in questo Paese lottano per affermare se stesse senza utilizzare il loro corpo, utilizzando il cervello e le loro abilità.
L'oblio in cui il rapimento di Rossella (e con lei quello di molte altre persone - Giovanni Lo Porto, Maria Sandra Mariani, Franco Lamolinara) è deprimente, è scoraggiante. Ma da questo scoramento dobbiamo ripartire, dobbiamo far sentire ancora più forte la nostra voce. Dobbiamo credere che si possano cambiare le cos…

#FREEROSSELLA

Rossella Urru nasce a Samugheo (Oristano) 29 anni fa. Si laurea a Bologna in Cooperazione Internazionale e trova lavoro presso la Organizzazione Non Governativa CISP (Comitato Internazionale per lo Sviluppo dei Popoli). Per la sua ONG si occupa di coordinare il campo profughi per rifugiati saharawi in Algeria.


Rossella Urru dal 22 ottobre 2011 è stata rapita, insieme ad altri due cooperanti spagnoli Ainhoa Fernandez de Rincòn e Enric Gonyalons. Della sua sparizione si sa poco. Pochi ne parlano e pochi sanno qualcosa. Si pensa che a rapirla sia stato un gruppo terroristico del Mali.


Geppi Cucciari durante il festival di Sanremo ci ha, fortunatamente, ricordato (dato che i media tradizionali non se ne occupano) la triste vicenda rimarcando la differenza di Rossella rispetto alle donne che la tv è abituata a proporci.


Rossella è una ragazza che ha studiato, che non ha preso scorciatoie. Che aveva un sogno ed è riuscita a realizzarlo. Rossella è una Donna con la D maiuscola. Che si adopera p…

Tecniche di masturbazione tra batman e robin

Immagine
Io sono così, quando uno scrittore mi piace devo leggerne tutta la bibliografia. Impresa impossibile se si tratta di Camilleri, complessa se stiamo parlando di Calvino ma possibile in questo caso. Efraim Medina Reyes ha una bibliografia per ora accessibile. 


Dopo "C'era una volta l'amore ma ho dovuto ammazzarlo" sono passata a "Tecniche di masturbazione tra Batman e Robin". Il libro è una chiara presa in giro della società moderna fatta di manuali su qualsiasi cosa e rubriche alquanto improponibili sui giornali. Il manuale si ripropone, in diverse edizioni, di trasformare l'uomo qualunque in un perfetto seduttore. 


Ai vari manuali si alternano racconti. In uno, Centomila dollari per un cagnolino gay, si conosce il protagonista (Sergio "Lingualunga") da ragazzo. In un altro ci si addentra nel rapporto saffico tra Ana e Angela. 


I protagonisti sono più o meno gli stessi di "C'era una volta..." ma visti da un'altra prospettiva. Non…

Free Rossella

Immagine

Il riscatto nella tana del lupo

Sanremo è finito. Si lascerà dietro una ipocrita invettiva dei vertici Rai contro Celentano e poco altro. A parte la farfallina di Belén che resterà uno dei momenti più alti di questo Festival, uno dei momenti più significativi.

Significativi perché immortalano l'immagine di questo Paese, che invece di andare avanti torna indietro.
Poteva essere il festival del riscatto della figura femminile, sull'onda del movimento Se Non Ora Quando (?). Poteva essere il festival della sobrietà, della compostezza. Invece è stato un festival in parte sprecone (perché, Celentano a parte, mi chiedo quanto siano costati tutti gli ospiti internazionali e la simpatica Ivana nulla facente) e in parte sguaiato. Anche troppo.

Se in alcune canzoni (Emma e Bersani su tutti) l'amore ha lasciato il posto alla crisi economica e alla situazione precaria di questo paese, sul palco e nella condizione si è visto solo il peggio. Tanta approssimazione, nessuna professionalità. Le donne sono state maltrattat…