Organizzare un viaggio - qualche consiglio

Sempre più spesso mi capita di dare consigli su come organizzare un viaggio ad amici, conoscenti e parenti. In effetti mi rendo conto che non è semplicissimo orientarsi tra gli innumerevoli siti web – guide e riviste cartacee, metodi di viaggio e tour operators…

Io ho avuto la fortuna di una famiglia (una nonna in particolare) con la valigia sempre pronta, le guide di ogni luogo del mondo sempre a portata di mano e l’atlante a far compagnia al cuscino. E così quando ho dovuto organizzare il mio primo viaggio (tra l’altro da sola) non mi è sembrata una cosa così strana o che presentasse qualche difficoltà (se non il capire che i limiti imposti da spazio e tempo).

Ovviamente non pretendo di essere originale scrivendo queste righe. Molte travel blogger VERE e BRAVE lo hanno fatto prima di me, scrivendo alcuni post interessantissimi che vi invito a leggere:

Martina di Pimpmytrip ha scritto molti post sull’argomento “organizzare”:
         
Giovy di Emotion Recollected in Tranquillity ha dedicato qualche post all’organizzazione e in particolare ho trovato molto interessante questo, sul come viaggiare low cost

And last but not least, Via che si va, che butta giù qualche schizzo sul cosa portare in valigia. Lei sempre splendida.

Bene, dopo queste premesse ecco qualche mio consiglio, qualche sito sul quale mi informo e qualche idea su come e cosa faccio io prima e mentre organizzo un viaggio.

LETTURE
Per me è fondamentale informarsi sul luogo che si sceglie di visitare e io trovo utilissimo leggere libri ambientati in quel posto. Per trovarne basta fare una ricerca on line sui siti delle diverse librerie immettendo il luogo desiderato, sotto la voce letteratura appariranno tutti i titoli che hanno a che fare con quel particolare luogo. E a questo punto sta a noi scegliere. Io in questo modo ho scoperto dei veri tesori!
Ovviamente sono utilissime (anche a questo scopo) le guide turistiche (chi mi conosce sa che ho una passione per le Lonely Planet, mia nonna adora le guida rossa delTouring e le guide Routard), a mio avviso ogni viaggiatore, ogni tipologia di viaggiatore, ha la sua guida. Andate in libreria / biblioteca sfogliatele e guardate le informazioni e il come vengono descritti i luoghi, scegliete in base alle vostre sensazioni. E poi leggetele, leggete la parte della storia, della letteratura, l’attualità del luogo.
Altro passo importante è quello delle riviste di settore, Meridiani offre spesso monografie utilissime su città/regioni, on line trovate tutto il catalogo.
Molto utili sono anche i siti internet (ufficiali o meno) del turismo, soprattutto (e mi spiace dirlo) quelli stranieri. Offrono molto spesso l’invio cartaceo di brochure e materiale informativo (gratuitamente), praticamente sempre è possibile scaricare (sempre gratuitamente) applicazioni e materiale informativo e cartine in formato PDF e molti hanno anche la possibilità di prenotare alberghi/escursioni e simili. Insomma, quando avete deciso meta e tappe battete a tappeto i siti del turismo e scaricate (o fatevi inviare) il materiale! Un passo utilissimo!

VOLO
Quando prenotare il volo? Questo è un grande dilemma al quale non è semplice rispondere, siti e articoli di giornale diversi offrono diversi consigli su tempistiche e metodologie. Una cosa è certa, ricordatevi sempre di cancellare i cookie ad ogni ricerca (andate nelle impostazioni del browser di internet e troverete il modo di farlo).
Io normalmente prenoto il volo circa un paio di mesi prima della partenza, però a volte anche un po’ prima.
Quando ho in mente una destinazione spesso imposto l’allert di prezzi su un sito utilissimo: SKYSCANNER. Il sito permette di verificare il costo dei voli (e ha un’utile strumento di ricerca che permette di monitorare un certo posto durante tutto l’anno, oppure impostare le date e scegliere OVUNQUE e vedere la meta più economica in quel periodo… Sbizzarritevi!), impostando l’allert tramite mail si viene avvisati di variazioni sul prezzo.
Ovviamente ricordatevi che il sito vi mostra il prezzo del biglietto più economico per compagnia e tratta, al quale dovrete aggiungere bagaglio imbarcato (nel caso di compagnie low cost) oppure vedrete aumentare al momento di prenotare perché opterete per un orario differente. Però vi da un’idea indicativa e vi mostra vari siti (oltre a quello delle compagnie) sui quali fare la prenotazione.
Quello che posso dirvi sul volo è:
- Verificate dove si trova l’aeroporto di arrivo rispetto alla città e il costo per arrivare a destinazione
- Controllate bene le regole per il bagaglio, tenendo presente che le compagnie low cost non includono MAI il bagaglio in stiva che sarà sempre un costo da aggiungere
- Ricordatevi di fare il check in on line prima della partenza. Le tempistiche dipendono dalle compagnie come anche le modalità. .

HOTEL
La prima volta che ho viaggiato da sola ho prenotato tutti gli alberghi, ogni tappa sapevo dove avrei dormito e l’ho trovato comodo (perché ogni volta che scendevo dal pullman sapevo dove andare e dove trascinare il mio trolley – e con i 40° andalusi non è poco), però anche limitante, perché se avessi voluto cambiare itinerario non avrei potuto farlo (a meno di non “smenare” i soldi delle prenotazioni). 
Ormai tendo a prenotare il primo albergo, di modo da atterrare e avere la sicurezza di una stanza e la comodità di non doverla cercare, e poi si parte all’avventura! Non ho mai avuto problemi, pur dovendo sempre muovermi nelle settimane centrali d’agosto e/o durante i ponti.
Per prezzare la zona, farmi un’idea degli alberghi e prenotarli in caso di periodo particolarmente affollato, uso le guide e il sito di Booking. Molto spesso mi ritrovo anche con google maps e la ricerca “hostal – budget hotel vicino a… “.. Utilissimo!

COME SPOSTARSI
A seconda del tipo di viaggio, del budget a disposizione, del momento e del tempo che si ha, si potranno scegliere diverse opzioni.
La macchina – e qui utile è il sito economy bookings per confrontare diverse compagnie di noleggio e scegliere la migliore nel rapporto qualità / prezzo. (prima di prenotare controllate SEMPRE le condizioni offerte, la possibilità – nel caso vi serva – di valicare i confini e il prezzo anche sul sito della compagnia). 
I vantaggi di un viaggio in macchina sono la libertà di fermarsi dove e quando ci va e la possibilità di muoverci senza limitazioni di orari. Ovviamente però di contro ci sono i costi della benzina (oltre al noleggio), i costi di parcheggi (spesso a pagamento), le eventuali multe (a me è capitato ad Aveiro) e gli inconvenienti tecnici.
Mezzi pubblici – chi non ha voglia di guidare in vacanza, ama spostarsi con i mezzi pubblici, non ha la patente (o non ha le caratteristiche richieste dalla varie compagnie) sceglierà di girovagare per il mondo con i mezzi pubblici. Niente di più semplice e rilassante. Prima di partire, sempre sulle guide e su internet, trovate i siti delle compagnie che gestiscono i trasporti e poi verificate itinerari, orari, prezzi (eventualmente comprate anche qualche biglietto – molto spesso ci sono anche offerte “open” per esempio 5 viaggi in 10 giorni, ecc…). 

PERIODO DI DECOMPRESSIONE
Lo consiglio sempre prima di partire, e lo faccio anche io. Dopo aver letto, visto, (e persino quasi guidato sulle strade grazie allo street view di google) e indagato sul luogo tenetevi gli ultimi 15/20 giorni per voi, cancellando tutto dalla mente. Iniziate un libro che non c’entra nulla e non guardate altro se non meteo (utile per le valigie) e newsletter di locali per organizzare le varie serate… Così sarete molto più liberi e pronti a godervi la vacanza e il viaggio!

READY TO GO
I giorni prima della partenza sono sempre frenetici… valigie da preparare, case da chiudere, piante e animali da affidare alle cure amorevoli di vicini e parenti….
- Primo consiglio, seguite Viachesiva e fatevi una lista delle cose che volete mettere in valigia, spuntatela e fatevi un post-it da attaccare sulla porta per le cose da mettere “all’ultimo minuto” (spazzolino/ciabatte/pigiama/caricatori).
- I caricatori e le cose importanti (carte d’imbarco, cartine della città di arrivo, guida turistica, ecc) mettetele nella borsa che portate in aereo (insieme a un libro e alle cose di valore)
- Fatevi sempre una copia dei documenti d’identità da tenere a portata di mano

Liberate la mente, non pensate alle finestre non chiuse o simili e godetevi ogni istante del viaggio.  

Commenti

Post popolari in questo blog

Tramonti a nord est: l'organizzazione

Il labirinto degli spiriti

Un altro anno è passato. Sono sempre io.

Peperoni al forno con crema di tonno